Affumicatore inox

Categoria: Affettatrici
Codice prodotto: CSP0008
Prodotto disponibile
spedizione gratuita
Q.tà € 195,00
Aggiungi al carrello
Descrizione

Modello grande (cm 46 x 29 x 86 h)

Camera di affumicatura per carni, pesce, formaggi, salumi e alimenti in genere.
Consente di aromatizzare gli alimenti e allungarne la conservazione. Struttura in acciaio INOX AISI 430, incluse 3 griglie in acciaio INOX AISI 304 e 5 ganci INOX a 1 punta per appendere i prodotti da affumicare.
Cassetto bruciatore e teglia degrassatura in acciaio inox AISI 430, fornita in dotazione confezione da 1 kg. di materiale per affumicatura (cippatura compressa di legno duro) per 5/10 cicli. Coperchio anteriore a scorrimento e apertura totale, per permettere l’inserimento orizzontale delle griglie. Regolatore tiraggio aria superiore, foro di inserimento termometro per verifica temperatura. Il materiale per affumicatura è ottenuto da legno di faggio e rovere compressi, senza utilizzo di collanti e altre sostanze chimiche. Il trattamento di compressione permette di ottenere un rendimento doppio in termini di calore e fumo rispetto al materiale non compresso reperibile sul mercato.

Disponibili confezioni da 1 kg. e 15 kg.

 

Questo modello "grande" è disponibile in KIT di montaggio con accessorio opzionale per l’affumicatura a freddo (con cassetto bruciatore esterno)

 

RICETTE PER AFFUMICATORE
LA SALATURA A SECCO
Gli alimenti che devono essere affumicati, vanno generalmente sottoposti ad un processo di salatura a secco o in salamoia secondo i vostri gusti, salvo che non vogliate dare solo un gusto di affumicato prima di procedere alla cottura tradizionale.
Questa tecnica consiste nello strofinare su tutte le superfici della carne un preparato a base di sale.
La carne deve poi essere messa in un recipiente non di metallo e ricoperto di un sottile strato di sale. Pigiate bene il sale con il palmo della mano sulla superficie della carne e lasciate riposare il tutto da qualche ora a qualche settimana. Il sale, a contatto con la carne, comincerà ad assorbire l'umidità che c'è sulla superficie della carne.
In caso di una salatura di lunga durata, in un primo tempo, utilizzeremo solo una parte del sale previsto. Trascorso il tempo necessario, bisognerà togliere la carne dal suo recipiente, salarla ancora con il sale rimasto e metterla di nuovo nel recipiente della salatura fino alla fine dell'operazione.
RICETTE PER LA SALATURA A SECCO
In generale occorrono circa 500 g di preparato per salare pezzature di carne dai 5 ai 7 Kg.
Con pezzature da 5 Kg., otterrete una salatura da media a forte e con 7 Kg., il gusto del sale sarà un po' meno forte.
Mescolate il vostro preparato e lasciatelo riposare 24 ore prima dell'utilizzo.
IL PREPARATO DI BASE 1 Kg. Di sale 350 gr. Di zucchero 1 cucchiaio di pepe nero 1 cucchiaio di origano 1 cucchiaino e mezzo di cipolla in polvere
Per ottenere una versione più speziata di questo preparato, potete aggiungere i seguenti ingredienti a vostro piacimento: peperoncino di Cayenna, alloro tritato, chiodi di garofano tritati, semi di senape, zenzero, macis (chiamato anche mace o fiore della noce moscata) e noce moscata.
Ecco di seguito dei dati generali che possono orientarvi sui tempi di salatura:
Tipo di pezzo
Tipo di salatura
Salatura normale Salatura lunga

Costolette e pezzi di carne
con spessore < di 2,5 cm.
da 6 a 8 ore
4 giorni

Bistecche da 2,5 cm. A 5 cm. di spessore
da 12 a 24 ore
da 4 a 8 giorni

Arrosti
da 1 a 3 giorni
da 8 a 12 giorni

Ricette per affumicatore
I tempi di salatura sono uguali ai tempi di salamoia. Rinnovate la salamoia o salate più volte (se salate a secco) durante la durata del trattamento e togliete accuratamente tutte le tracce di sale sulla superficie della carne una volta che la salatura sarà terminata. Se un semplice lavaggio non è sufficiente, mettete in ammollo nell'acqua la vostra carne per 10/15 minuti, poi strofinatela con una spazzola e lasciatela seccare per il tempo sufficiente.
E’ possibile sostituire la salatura con una marinatura che eliminerà gli odori forti, ammorbidirà la carne e la insaporirà a seconda dei condimenti che sceglierete.
La maggior parte della selvaggina deve essere rosolata durante la cottura, la marinatura potrà essere utilizzata in seguito, per questo scopo. La marinatura si mescolerà, inoltre, al liquido di cottura e servirà a creare delle magnifiche salse e ragù. Per essere sicuri che la vostra marinatura si sposi bene con una selvaggina particolare, potete seguire una sola regola: sperimentare, sarete piacevolmente sorpresi. Fate marinare i pezzi di carne da 6 a 10 ore e gli arrosti circa 24 ore. Non è necessario ricoprire completamente la vostra carne di liquido marinatura. Per garantire una buona suddivisione degli ingredienti, sarà sufficiente girare la carne più volte. Una volta che l'operazione sarà terminata, lasciate sgocciolare il liquido per 1-2 ore prima di affumicare.
Il grasso della selvaggina spesso ha un gusto molto forte ed è il responsabile dei cattivi odori che libera la carne. Per evitare che il grasso impregni irrimediabilmente la carne durante l'affumicatura, bisognerà far sgocciolare il più possibile la carne in modo da togliere più grasso possibile.
In generale, una carne piuttosto secca dovrà essere rosolata durante l'affumicatura con aggiunta di burro, margarina o olio extravergine di oliva.
E' possibile anche coprire la carne di lardo o lardellarla con grasso di maiale salato o pancetta. Siccome la zona ricoperta di lardo non sarà direttamente a contatto con l'affumicatura, dovrete togliere il lardo circa 1 o 2 ore prima della fine dell'affumicatura per ottenere un buon gusto di affumicato.

Descrizione tecnica

modello grande

Prodotti correlati