Aglianico di Taurasi (10 pz)

Categoria: Uva da vino rossa
Codice prodotto: BAP0005
Prodotto disponibile
Ci scusiamo, ma per la zona scelta, riceverai un preventivo per le spese di spedizione
Q.tà € 25,00
Aggiungi al carrello
Descrizione

Aglianico di Taurasi - Clone VCR23

 

Di origine antichissima, introdotti in Campania dalla Grecia, andarono successivamente diffondendosi in Basilicata ed in Puglia.

Caratteri ampelografici: si coltivano generalmente due popolazioni diverse, una nella zona del Taurasi ed una nel Vulture, spesso però le loro caratteristiche differenziali dipendono dalle diverse condizioni ambientali. Germoglio aperto, cotonoso, verde o giallo bronzato. Foglia medio-piccola, pentagonale trilobata o pentalobata con seno peziolare a V chiuso. Grappolo piccolo o medio, cilindrico semplice o alato, mediamente compatto. Acino medio-piccolo sferico; buccia pruinosa. Il Taurasi si differenzia dal Vulture per la minore vigoria, per il grappolo tendente al cilindrico con, a volte, leggera acinellatura e per l’acino leggermente più piccolo.

  • Attitudini colturali: vitigno di buona vigoria, tralcio lungo, robusto, ad internodi medi, vegetazione con portamento eretto ed equilibrato. Nelle zone classiche di coltura ad altitudini di 300-500 m sul livello del mare preferisce terreni sciolti e ben esposti; nelle zone più calde si adatta ai diversi tipi di terreno.
  • Allevamento e potatura: nei climi caldi si adatta ad ogni forma di allevamento e potatura; nei climi più freddi dell’area di coltura sono indicate le forme a controspalliera, con tralci ben proporzionati attraverso oculate operazioni a verde. Queste operazioni consentono di evitare gli attacchi di botrite al grappolo e di ottenere una buona lignificazione dei tralci ed un prodotto perfettamente maturo.
  • Epoca di germogliamento: precoce.
  • Epoca di maturazione: tardiva.
  • Produzione: media e costante.
  • Sensibilità alle malattie e alle avversità: sensibile alla botrite ed al marciume acido nei climi più piovosi ed umidi. Soffre la siccità prolungata.
  • Potenziale enologico: dà vino di colore rosso rubino intenso, di sapore fresco, fruttato, con ottimo profilo aromatico e polifenolico, di corpo, armonico. Invecchiato acquista in finezza sprigionando profumi delicati tanto da divenire un vino aristocratico ai più alti livelli dei classici vini italiani. Ottime la dotazione antocianica, la struttura e la componente aromatica rappresentata da intensi sentori di fruttato maturo, frutti rossi e fenolo-cuoio. Adatto per il lungo invecchiamento.
Descrizione tecnica

10 barbatelle

Prodotti correlati